Un rivoluzionario player universale per agevolare l’attività investigativa delle Forze dell’Ordine

Amped Replay Screenshot

Permette ad agenti sul campo, unità territoriali ed operative, di:

  • Convertire e riprodurre filmati in formato standard o proprietario da CCTV/DVR, body camera, dash-cam, cellulari, droni, social media ed altro ancora
  • Applicare rapidi miglioramenti alle immagini
  • Redigere ed apportare annotazioni alle immagini a fine investigativo o per il rilascio ai media

Cos'è Amped Replay?

Amped Replay è un player evoluto che permette agli agenti sul campo di essere più autonomi quando gestiscono fonti di prova multimediali. L’interfaccia utente, elegante ed intuitiva, non richiede competenze avanzate per ottenere e presentare un risultato professionale.

Questo nuovo software include l’avanzato motore di conversione video CCTV di Amped Software, che consente di riprodurre e visualizzare filmati senza dover ricorrere ad altri programmi (come i player proprietari dei sistemi di videosorveglianza o altri software inadeguati o inaffidabili). Allo stesso tempo, il software consente un miglioramento di base delle immagini, in modo da garantire la migliore presentazione possibile delle prove durante le indagini.

Amped Replay permette alle Forze dell’Ordine di condurre analisi di primo livello sulle fonti di prova multimediali, fornendo il giusto compromesso fra un semplice player e un tool completo per le analisi forensi. Per le attività di base, Amped Replay permette di svincolarsi dalla disponibilità e dalle tempistiche delle unità specializzate, che potrebbero essere impegnate in casi a cui è stata assegnata una maggiore priorità.

Amped Replay permette di esportare video e immagini in formati facilmente riproducibili e fornisce la possibilità di generare un report, concepito per la documentazione e condivisione del caso. Le fonti di prova multimediali manterranno così la loro integrità dall’inizio alla fine.

Perchè Amped Replay?

Amped Replay velocizza l’acquisizione, la visualizzazione e l’elaborazione di filmati per una risposta immediata sul campo. I primi spunti investigativi, come la raccolta di fonti di informazioni sul posto e le dichiarazioni rese dai testimoni, possono rappresentare una delle più importanti fonti di prova e spesso le uniche risorse utili alla risoluzione del caso. I primi elementi hanno spesso un valore fondamentale per gli agenti che conducono l’indagine. Il tempo è di fondamentale importanza, ed è essenziale che gli inquirenti possano vedere eventuali registrazioni nel minor tempo possibile.

Può infatti accadere che il primo elemento di prova disponibile sia un filmato di videosorveglianza, e che l’investigatore abbia bisogno di vederlo rapidamente, in modo da poter indirizzare correttamente le indagini. Questo non è affatto scontato: il proliferare di formati proprietari, che richiedono una appropriata conversione prima di poter essere visionati, unito al fatto che spesso le unità di supporto scientifico sono disponibili solo in orario d’ufficio, possono causare ritardi nella visione di elementi di cruciale importanza.

I filmati possono spesso essere parte integrante dalla raccolta d’informazioni e della costruzione di un quadro generale delle priorità d’indagine. Il fatto che esista una grande quantità di formati proprietari di difficile riproduzione può causare ritardi nel loro esame, o addirittura portare alla perdita o all’erronea esclusione di dati importanti.

Amped Replay permette alle Forze dell’Ordine di visualizzare i filmati velocemente e accelerare le indagini, escludendo ciò che non è pertinente al caso e risparmiando il tempo necessario alla ricerca del player CCTV adatto. È sufficiente trascinare il filmato in Amped Replay e sarà subito possibile visualizzarlo.

La possibilità di applicare alcuni miglioramenti fondamentali e di annotare i fotogrammi permette agli investigatori di svolgere un triage di video, mettere in risalto i dettagli di interesse e presentare un risultato pulito e professionale, che potrà poi essere utilizzato direttamente, inoltrato ad un’altra unità, o inviato ai mass media per la diffusione.

Facile da usare

Amped Replay è progettato per essere intuitivo e facile da usare, con un’interfaccia avanzata e allo stesso tempo essenziale, basata sul semplice trascinamento dei file nel programma. Amped Replay offre miglioramenti di base e strumenti che permettono di apportare annotazioni in maniera immediata.

Veloce

Visualizza filmati di fondamentale importanza senza perdere tempo. Con il semplice trascinamento del filmato nel programma, è possibile visualizzare subito il file video, indipendentemente dal suo formato.

Documentabile

Amped Replay consente di esportare immagini e video, offrendo la possibilità di generare un report che documenta tutti i miglioramenti e le annotazioni apportate alle immagini.

Orientato all’Indagine

Amped Replay è progettato per rispondere alle esigenze delle Forze dell’Ordine e colmare il divario tra un semplice player e uno strumento di analisi e miglioramento. Permette di accelerare il lavoro, migliorare i risultati e dare indipendenza agli agenti nelle prime analisi di fonti di prova multimediali.

Compatibile

Amped Replay utilizza lo stesso motore di conversione di Amped FIVE e Amped DVRConv. Funziona su immagini e filmati provenienti dalle fonti più disparate, dalle registrazioni CCTV ai cellulari, e supporta qualsiasi formato, inclusa la maggior parte dei formati proprietari usati nei sistemi di videosorveglianza.

Flessibile ed Economico

Amped Replay è un singolo prodotto e non richiede plug-in addizionali, software di terze parti o hardware speciali. Si tratta di una piattaforma unica, da gestire e utilizzare con hardware già in uso. Essendo compatibile con PC standard, le risorse e i tempi per la messa in opera sono minimi.

Per utilizzare Amped Replay non servono conoscenze specifiche in ambito forense.

Amped Replay preserva l’integrità delle fonti di prova multimediali in seguito alla riproduzione, conversione ed esportazione, documentando interamente la catena di custodia. Ogni miglioramento e annotazione funziona come un filtro, lasciando il file iniziale inalterato e documentando tutto il procedimento in un report. Ci siamo dedicati a sviluppare uno strumento che permettesse di lavorare in maniera semplice ma rigorosa, proteggendo quanto più possibile l’utente dall’errore umano.